Sign in with Google+ Sign in with LinkedIn

Racconti

zojb6rwl

Come jè nnate lu Santuuarie de lla Madònna de Stignane
Alli témpe de prime, vucine Castédde ce stévene tanta case adova stévene de casa cchiù dde tutte campagnule e ppasture. Quiddi ogne jjanne jévene a lla ppéde a Ssante Mechèle. Inte e qquiddu vellaggiòtte ce stéva nu céche nate che arrija velute jì pure isse cu llòre a Mmonte, ma nisciune ce lu vuléva purtà pe nno ntené mpicce. N’anne, però, a lli pellegrine ne l’è ddespiaciute a rrumanérelu e ll’hanne mmetate a gghjì cu llòre. Ce l’hanne misse sotta bbracce e hanne accumenzate a ccammenà. Quanne sònne arrevate inte la Vadda de Stignane, sò’ mpuntate pe rrepusàrece. Lu céche nate jènne addermute. Quanne jè rrevigghiate ha vviste nnante e gghjisse, sope nu cérre, a lla Madònna. Tutte quante sò’ rrumaste pe llu meràcule che cc’èva state. Quidde che jjéva avute lu meràcule e ttutte quante l’ati hanne decise de frabbecà na cchiésia, própeta adova la Madònna c’èva fatta vedé.  

La nascita del Santuario di Santa Maria di Stignano
Anticamente, nei pressi di Castelpagano c’era un borgo abitato essenzialmente da contadini e pastori. Questi ogni anno organizzavano un pellegrinaggio a piedi per Monte Sant’angelo. Nel borgo viveva una persona cieca* sin dalla nascita che avrebbe voluto partecipare, ma nessuno voleva portarselo dietro per non avere fastidi. Un anno, però, ai pellegrini dispiacque lasciarlo e lo invitarono ad andare con loro. Se lo misero a braccetto e iniziarono il cammino. Arrivati nella Valle di Stignano, si fermarono per riposarsi. Il cieco nato si addormentò. Al risveglio vide davanti a sé, su un albero, la Madonna. Tutti rimasero stupiti per il miracolo avvenuto e allora il miracolato insieme agli altri decisero di erigere, proprio nel punto in cui la Madonna apparve, una chiesa.

La Vadda de Veture
Na vòta nu cuntatine santemarchése, che ttenéva la tèrra inte la Vadda de Veture, come ce ne jéva ncampagna cu llu trajine, a nnu cèrte punte no nn’arrijesscéva a gghjì né nnante e nné dderète pecché lu cavadde jèva mpuntate.
Isse tuccava lu cavadde cu llu scrujate, ma mperdeménte. Dòppe tanta sforze, finalmènte lu cavadde jènne arrijessciute a ppassà quiddu punte. Lu cuntatine, sènza asscégne da llu trajine, date che vvuléva sapé pecché lu cavadde jèva abbluccate, jè vvutate la vija de derète. Quante jè rrumaste quanne ha vviste nu dijàvele! Isse mmedijatamènte ha ccercate ajjute a Ssante Mechèle, che ssùbbete jènne apparse pe ssuttecà lu dijàvele. Non è state fàcele a ffàrenelu jì pecché lu dijàvele no vvuléva abbandunà quiddu site. Tra tutte e dduua c’è stata na lòtta, però a ll’ùteme ha vvinciute Sante Mechèle.
Dòppe quissu fatte lu cuntatine, pe rrengrazijà e ppure pe ffàrece prutègge sèmpe, ha ffatte frabbecà n’arche cu lla statua de Sante Mechèle.

La valle di Vituro
Una volta, un contadino sammarchese, che aveva la sua tenuta nella Valle di Vituro, mentre si recava in campagna col suo carretto, ad un certo punto non riuscì ad andare avanti perché il cavallo si era bloccato. L’uomo cercava di spronare la bestia, ma inutilmente. Dopo tanti sforzi, finalmente il cavallo riuscì a superare l’ostacolo. L’uomo, senza scendere dal carretto, volendo capire quale fosse stato l’impedimento che aveva bloccato il cavallo, volse lo sguardo indietro. Quale non fu la sua paura quando vide un diavolo! Il contadino immediatamente invocò l’aiuto di San Michele Arcangelo, che subito gli apparve per mettere in fuga il diavolo. La cosa non fu semplice in quanto il diavolo non voleva abbandonare quel luogo. Tra i due si ingaggiò una vera e propria lotta in cui, però, ebbe la meglio l’Arcangelo Michele.
Dopo tale avvenimento il contadino, come segno di ringraziamento e di protezione, fece erigere un arco con la statua di San Michele Arcangelo.

 

 

Tratto da Li cunte - Vangelo popolare e Racconti veri e verosimili

 

Chi c'è online

Abbiamo 21 visitatori e nessun utente online

Proverbi

  • Ogne recchézza dalla tèrra viène, ogne allegrézza dallu còre viène.
    image Ogni ricchezza viene dalla terra, ogni gioia viene dal cuore.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

Gallery